Cyclette ellittica: opinioni e benefici

La cyclette ellittica rientra tra gli apparecchi utili a conservare e a recuperare la forma fisica. Figura tra gli attrezzi per l'home fitness più diffusi in assoluto e garantisce un allenamento intenso e completo. La cyclette ellittica permette di allenare il tronco, le gambe e le braccia, combinando tra loro movimenti utili a tonificare varie zone del corpo ed esercizi in grado di allenare le capacità cardiache.

Questo strumento è perfetto per chi soffre di problemi articolari o per chi in passato ha subito traumi, perché in grado di evitare l'impatto della pianta del piede sul terreno, come avviene per la corsa. I movimenti richiesti dalla cyclette ellittica sono dolci, fluidi e non molto stancanti.

TOP 10 Migliore Cyclette ellittica

Le marche più popolari

Un allenamento intenso e completo

La cyclette ellittica, qualora impiegata in maniera corretta e costante e rispettando la postura consigliata, può essere praticata per tutto il tempo che si vuole e promette risultati molto interessanti. L'importante è tenere sempre la schiena dritta, in modo da sollecitare in maniera efficace la fascia addominale, le cosce, i glutei, le braccia e il tronco.

Il vantaggio più importante offerto da queste particolarissime cyclette di nuova generazione sta nella possibilità di effettuare un allenamento aerobico completo, senza doversi necessariamente muovere dalla propria abitazione. Rispetto ad un classico allenamento sul tapis roulant, l'ellittica dà l'impressione di far lavorare meno il corpo: in realtà non è affatto così, considerato l'eccellente dispendio energetico causato da questo strumento.

Un allenamento generico ma non per questo meno intenso

Nonostante l'ellittica non sia un attrezzo specifico per chi desidera aumentare la massa muscolare di una determinata regione del corpo piuttosto che per un atleta che sta preparando una gara di fondo o di velocità, resta un apparecchio in grado di migliorare la forma fisica di chiunque decida di usarla.

Consente, infatti, di perdere peso molto facilmente, bruciando una quantità più che soddisfacente di calorie per ogni sessione di allenamento e garantisce un eccellente allenamento cardio, essenziale per aumentare la resistenza e il tono dei vari distretti muscolari coinvolti.

Come usare la cyclette ellittica?

La cyclette ellittica è perfetta per chiunque desideri effettuare un allenamento completo. Dopo una seduta in sala pesi è possibile completare la propria sessione con venti minuti di cardio, in modo da sciogliere i muscoli e bruciare qualche caloria in più. Oppure, è possibile utilizzare la cyclette ellittica alternandola ai pesi.

Come detto in precedenza, questo attrezzo non sollecita in alcun modo le articolazioni, già ampiamente stressate dagli allenamenti di potenza effettuati con i pesi. Pertanto, chi ha o in passato ha avuto problemi alle articolazioni delle ginocchia e preferisce non correre alcun rischio, può impiegare l'ellittica senza nessun tipo di preoccupazione.

Le diverse tipologie di ellittica

I modelli inferiori al metro di lunghezza

La cyclette ellittica consente un movimento estremamente morbido, che non stressa in alcun modo muscoli ed articolazioni, a patto che il modello utilizzato si sposi bene con le caratteristiche fisiche di chi ne usufruisce. Le tipologie di cyclette ellittica presenti in commercio sono tante e possono essere differenziate in relazione alla loro lunghezza complessiva.

Nel caso dei modelli caratterizzati da una lunghezza inferiore al metro (ovvero la maggior parte delle cyclette pieghevoli) è necessario sottolineare la mancanza di un movimento sufficientemente fluido. Queste cyclette rendono la rotazione degli arti inferiori troppo circolare (anziché ellittica) e quindi abbastanza limitata in termini di tonificazione muscolare.

Le cyclette ellittiche comprese tra 100 e 130 centimetri

Queste cyclette ellittiche sono caratterizzate da una maggiore ampiezza della falcata, che di riflesso migliora anche il passo dell'utente, notevolmente più fluido e morbido. Queste cyclette sono più piacevoli da usare e più allenanti, anche per la parte superiore del corpo.

Braccia, petto e schiena, infatti, risulteranno molto più sollecitati. Inoltre, proprio la maggior fluidità del movimento garantisce un allenamento più utile e adeguato ad ogni genere di atleta, in grado di non stressare minimamente le articolazioni del ginocchio e dell'anca. 

Le ellittiche oltre i 130 centimetri

Questi attrezzi appartengono a una gamma più elevata rispetto alle cyclette descritte fino ad ora: in genere, sono dotate di una struttura molto più robusta, oltre che di una notevole ampiezza della falcata.

Queste cyclette sono perfette per tutti coloro che oltrepassano il metro e ottanta di statura e che desiderano allenarsi con un supporto più confortevole e, soprattutto, in grado di ottimizzare qualsiasi sessione di allenamento. A seconda delle proprie esigenze ed aspettative, la lunghezza della cyclette è un elemento di cui tenere conto prima di effettuare la propria scelta. 

L'allenamento adatto ai principianti

La cyclette ellittica garantisce un allenamento completo e permette di tenersi in forma in poco tempo. Lavorando con l'ausilio di un unico strumento è possibile risparmiare molto tempo e, soprattutto, focalizzarsi meglio sui movimenti e sugli obiettivi prefissati. Uno dei maggiori benefici offerti dalla cyclette ellittica è la sua capacità di adattarsi alla perfezione ad ogni categoria di sportivo, dai principianti agli atleti avanzati.

Ciascun utente che decide di allenarsi con la cyclette ellittica deve ricordare di tenere sempre ben dritta la schiena, senza curvarsi pericolosamente in avanti. Dopo qualche minuto di allenamento sarà chiaro come i gruppi muscolari coinvolti siano sostanzialmente tre: il tronco, le braccia e le gambe, con un parziale interessamento della fascia addominale. Le prime sedute dovranno aggirarsi sui 15 - 20 minuti totali e andranno svolte con una resistenza minima e una frequenza media intorno ai 40 - 50 RPM.

L'allenamento tipo

Dopo aver abituato il corpo al movimento e alla posizione da tenere per tutta la durata dell'allenamento, sarà possibile aumentare la durata dei propri allenamenti fino a raggiungere 40 - 60 minuti circa. I primi 15 serviranno a completare il riscaldamento e andranno effettuati con una resistenza minima e una cadenza medio - bassa.

I restanti 30 - 40 minuti, invece, costituiranno l'allenamento vero e proprio e dovranno essere caratterizzati da una resistenza e una cadenza maggiori. È possibile completare la propria sessione pedalando a un ritmo più blando per altri 10 minuti, in modo da rilassare e sciogliere i muscoli.

Tecniche utili

Durante la fase centrale di ciascun allenamento è possibile ricorrere al metodo frazionato, che prevede l'alternanza, ad intervalli regolari, di un tipico allenamento da montagna con resistenza maggiore a tratti più blandi. Infine, dopo aver preso una certa confidenza con la macchina, sarà possibile cominciare ad usarla anche senza mani: questo metodo (consigliato ai soli atleti avanzati) richiede un equilibrio e una concentrazione maggiori, ma garantisce risultati eccellenti. Infine, chi volesse coinvolgere nell'allenamento anche la parte posteriore delle cosce (i bicipiti femorali), può invertire il senso di marcia per qualche minuto.

Quanto costa una cyclette ellittica?

In genere, le cyclette ellittiche sono più costose di quelle classiche, normalmente definite "verticali". Naturalmente, i modelli professionali (che possiamo trovare nelle palestre d'élite) sono quelli caratterizzati dai costi più elevati: in tal caso è molto facile superare i mille euro. Tuttavia, queste non sono le uniche cyclette affidabili esistenti in commercio. Il mercato offre decine di modelli di ottima qualità a prezzi decisamente inferiori, che si aggirano intorno ai 4/500 euro.

Queste cyclette sono perfette per ogni genere di atleta, così come lo sono anche per i principianti; offrono allenamenti personalizzati e adatti ad ogni età e condizione fisica. Le cyclette ellittiche di fascia media, invece, hanno un costo che si aggira intorno ai 300 euro, mentre quelle più economiche arrivano fino a 150 euro.